Seguici su YouTube Seguici su Facebook Seguici sul nostro blog

A cura del Segretariato per l’Evangelizzazione

Il capitolo generale del 1997 esortava i frati a mantenere in vita e a promuovere progetti missionari a livello di tutto l’Ordine, dando priorità a quelli che hanno una tradizione e un’attualità, come nel caso del Marocco. Si invitavano le conferenze e le Province ad assumere la responsabilità di progetti specifici. Negli anni successivi non è mancata la generosa risposta agli appelli per i progetti missionari dell’Ordine: dal ’97 al 2001, 51 Province hanno dato 115 volontari, specialmente durante l’anno giubilare, inoltre abbiamo continuato a rafforzare tutte le nostre presenze in Africa.

Myanmar / I frati sono presenti in Myanmar stabilmente dall’inizio del 2005 per vivere a contatto con la gente comune e offrire un luogo di accoglienza ai giovani del paese interessati a sperimentare la vita francescana. La fraternità è costituita da religiosi provenienti da diversi paesi sempre del Sud-est asiatico e si trova alla periferia di Yangon. Accanto alla diffidenza verso il cristianesimo, difficilmente tollerato, vi è anche una situazione politica piuttosto pesante dovuta a una dittatura militare che incide sulle possibilità di testimonianza del vangelo.

Marocco / Si è studiato un progetto per ridare vitalità alla presenza francescana in questa terra. Il primo passo è stato l’invio di una lettera a tutti i frati dell’Ordine (Pentecoste 1999), nella quale si esortavano coloro che per ispirazione divina si sentivano chiamati ad offrire la loro disponibilità. La risposta è stata generosa: provenienti da vari continenti, sono attualmente presenti nella Federazione 12 nuovi frati; costoro hanno seguito un corso previo di formazione di 6 mesi, anche con l’aiuto della fraternità internazionale di Bruxelles.

Fondazione Russia – Kazakistan / Russia A 10 anni dalla fondazione del progetto, i frati appartenenti alla fondazione si sono riuniti presso la Curia Generale (gennaio 2002) per valutare gli obiettivi della loro presenza e hanno preso alcune decisioni in specifico riguardo all’ Implantatio Ordinis con la creazione di un gruppo di frati dediti all’animazione vocazionale e alla formazione. Attualmente la Fondazione è composta di 15 frati (9 in Russia e 6 in Kazakistan), altri candidati missionari si stanno preparando. Nel luglio 2002 è stata eretta la casa di Postulandato a Novosibirsk (Siberia). Prezioso il contributo della Provincia della Corea del Sud.

Fondazione Thailandia / Alla fine del 2000 è stato deciso di riorganizzare la Fondazione. Questa rimane un progetto internazionale dipendente dal Ministro Generale, che ha affidato la responsabilità dell’accompagnamento ai ministri provinciali dell’Indonesia e dell’India, anche per ribadire il carattere internazionale della nostra presenza. Attualmente sono presenti 4 frati: 2 indonesiani, 1 brasiliano, e 1 indiano; si stanno preparando un indonesiano e un polacco.

Progetto Cina / Nel novembre del 2000 sono stati approvati gli statuti peculiari del progetto, con i quali si indicano gli obiettivi e la composizione, si è chiarita la funzione del “China Office” e si è rinnovata la richiesta di rafforzare la vita fraterna inviando nuovi missionari, attualmente la fraternità internazionale è composta di 9 frati: 3 italiani, 2 giapponesi, 2 nordamericani, un coreano e un polacco; si sta preparando un frate polacco specialista in sacra scrittura per lavorare presso i “Biblicum” di Hong Kong.

Progetto Ucraina / Le tre fraternità che dipendevano dal ministro generale ora fanno parte della Custodia di San Michele Arcangelo. La fraternità di rito bizantino di Ternopil, dipendente dalla provincia di Katowice, è composta da 15 frati (4 professi solenni e 11 professi temporanei), 4 novizi e 5 postulanti. Per il momento la formazione viene realizzata in Polonia, per il futuro si dovrà provvedere alle strutture necessarie per una formazione adeguata in Ucraina.

Fraternità Internazionale di Bruxelles / Ufficialmente fondata il 4 ottobre del 2000, per assicurare una formazione adeguata a frati che in quanto missionari, entreranno a far parte di fraternità internazionali che sorgono, a seguito dei diversi progetti missionari, nelle diverse parti del mondo. Attualmente la fraternità è composta da 6 frati provenienti da diversi continenti, tutti con un’esperienza missionaria alle spalle. Costoro si impegnano ad offrire un accompagnamento personalizzato, con incontri e lezioni in francese e in inglese, ai confratelli che stanno per recarsi in missione o che vivono un periodo di aggiornamento o di revisione. Questi periodi offrono inoltre un’ulteriore possibilità di discernimento sulla vocazione missionaria. La formazione a Bruxelles è di carattere generale di base e dovrà essere completata con una formazione specifica a livello locale. Per quanto possibile la fraternità vuole essere anche una nuova forma di presenza nel cuore dell’Europa: a Bruxelles hanno sede moltissimi uffici dell’Unione Europea e sono migliaia gli stranieri, europei e non, che vi lavorano. L’inizio dell’esperienza è stato incoraggiante con un inserimento graduale nella Chiesa e nella realtà sociale. Si sono accolti alcuni gruppi di frati per la preparazione alla missione e un gruppo di giovani laici pronti per un’esperienza di volontariato in missione.

Fraternità internazionale per il dialogo ecumenico e interreligioso di Istanbul / In questa città i frati minori sono presenti da secoli, in specifico i frati della Provincia Toscana hanno continuato ad assicurare la nostra presenza. Dall’inizio del 2003 alcuni frati provenienti da diverse nazioni si sono resi disponibili per un progetto che vuole rispondere a un’esigenza del nostro tempo: la fraternità si caratterizza per l’inserimento nella Chiesa locale e per la promozione del dialogo interreligioso ed ecumenico. Quello religioso, infatti, è un ambito in cui le tensioni sono più profonde e laceranti, per questo, come frati, richiamandoci al nostro carisma, dobbiamo cercare di creare spazi di incontro e di comprensione reciproca.

Verso nuove fondazioni

Nairobi Le nuove fondazioni riguardano soprattutto il continente africano, in quanto lì l’Ordine sta crescendo numericamente e i frati si stanno impegnando seriamente per inculturare il carisma francescano in diversi stati, nonostante l’ambiente non facile e gli avvenimenti politici e militari ostacolino non poco la vita delle popolazioni. Nel giugno del 2006 si è resa concreta la possibilità di essere presenti in Sudan e in Namibia.

Nel dicembre 2011 i frati sono arrivati alla costituzione di una nuova Fraternità "Progetto Amazonia", con sei missionari di differenti paesi, Entità e culture. Sono frati provenienti dalle quattro Conferenze dell’America Latina.

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito dell’Ordine: www.ofm.org